estratto#1: L'O-Twist

Il signor Roald Dahl, prima della serie "Tales of Unexpected", introduceva le proprie storie con una circonvoluzione attorno alla storia stessa, creandone, in breve, un'altra. E così faceva anche Hitchcock, apparendo di profilo prima dei suoi celebri "Presents", dipingendo di macabro sarcasmo lo stipite della porta d'ingresso alla vicenda che ne sarebbe seguita.

Solo l'aver citato codesti celebri "hosting" mi vengono i brividi al solo pensiero del ginepraio in cui ci si può cacciare nel raccontare storie brevi.

Per fortuna alla lettura c'è un eccellente Matteo Lanfranchi che completa il quadro senza aiuto di cornice, quadro che ha per sfondo un'aula di un tribunale e in primo piano una macabra osservazione sul "futuro" (non nel senso del verbo) ...

RECENT POST