January 21, 2017

Alle 4 di mattina nel Downtown Core di Singapore non c'è nessuno.
Come essere in mezzo a centocinquanta Torri Bianche di Vimercate, di lunedì e in pieno agosto.

C'è un rumore, una specie di sibilo continuo, probabilmente le macchine lavastrade o qualche cantiere di notte.

E poi fasci luminosi che tagliano il cielo come gigantesche dita affilate.

Vivono qui 5 milioni di persone, quasi tutti filippini, malesi e commonwelth citizens; convivono lavoratori umili e multimiliardari, servitù grand-alberghiera e ipercapitalismo.
La prima lingua ufficiale è l'inglese: la seconda quella locale.
Diciamo pure che il colonialismo, qui, è andato ben oltre la misura.
Si intuisce che SIngapore è uno dei tanti paradisi del divertimento in tipico stile "disimpegnato", e del turismo sessuale, marchio di fabbrica del mar Cinese del Sud.
A 8 miglia da qui c'è la Mal...

Please reload

EG

 

È:

Mariposa, Calibro 35, The Winstons, Orchestrina di Molto Agevole, Der Maurer, Esecutori di Metallo su Carta, 19'40'' (www.19m40s.com), Upm - Unità di Produzione Musicale, Uds - Unità di Sonorizzazione, Mike Patton's Mondo Cane, Contemporarities.


È stato:

ensemble Risognanze, Timet, Sottosuono, LabF.S, LaRis, Sonata Island, Craxi, PJ Harvey's The Hope Six Demolition Project, Afterhours, Marco Parente, Vinicio Capossela, Baustelle, Dente, Morgan, Nada, Muse, Daniel Johnston, John Parish, Trovarobato, GoDai, Fuck Bloom? Alban Berg! e circa 250 dischi in 17 anni di attività.

E' sempre stato:

scrittore e disegnatore per lauto autodiletto.

Ha pubblicato Le Piscine Terminali, 17 racconti neri e dell'imprevisto (EKT Edikit, 2017)

recenti

Periscritto

blog di Enrico Gabrielli dove la musica NON è al centro
  • Grey Facebook Icon

March 3, 2020

December 19, 2019

March 22, 2019

Please reload