January 25, 2018

Introduzione

Gli eventi improvvisi che hanno spazzato via i dittatori del Nord Africa sono oggetto di un intenso dibattito all'interno della comunità accademica internazionale. Invece di definirli come una “primavera araba” o delle “rivoluzioni arabe”, il professore di studi islamici dell'Università di Oxford Tariq Ramadan preferisce chiamarli più cautamente delle “rivolte arabe”. Questa scelta è dettata dal fatto che i cambiamenti occorsi sin dal gennaio del 2011 lungo le coste meridionali del Mediterraneo rappresentano un processo di cambiamento il cui risultato rimane incerto.

Per di più, le cause stesse di queste rivolte sono oggetto di intensi dibattiti. In questo saggio intendo presentare una chiave di lettura delle rivolte in Egitto e Tunisia che prenda in considerazione le realtà storiche di queste società arabe, dalla liberazione dal...

January 7, 2018


    C'è un vecchio mezzo addormentato, affogato in pesanti vesti, seduto su una specie di trono e protetto da quattro centurioni che hanno la faccia d’un banchiere, d’un farmacista e di due elettrauto.

    Di fronte: tre uomini in sontuosi abiti di scena rinascimentali; uno di essi, quello più a destra, ha la pelle scura. Gli altri due non si vedono bene, ma sono caucasici, di età incerta tra i cinquanta e i sessant’anni, probabilmente un vigile urbano e un netturbino.
    Il maltempo ha traslocato l’intero corteo all’interno di Sant’Eustorgio, chiesa conosciuta principalmente per tre motivi: perché c’erano le reliquie dei Tre Magi (forse), perché il suo campanile era quello con l’orologio pubblico più antico d’Italia, la “Calcutrappula” (mi pare), e perché c’è una cappella, detta "Portinari", dedicata al San Pietro in Ma...

January 5, 2018


E se ci fosse il modo di rendere allotrope* un po’ di parole in più?
Molto belle queste musiche, molto pensierose, nel senso di utili al "pensiero".  Questo è un esempio. Un altro potrebbe essere: sei un tipo “menoso”, intendendo qualcuno facile alle percosse.
Ma mi ricollego alla prima considerazione.
C'è molto spazio e tanta aria, vorrei anche io a volte rallentare e creare dell'aria. Sia nelle cose che faccio che nei suoni.
Ma sono un tipo compresso.

Non complesso.
Ad ognuno la sua abiura.
   Oggi incrociando lo sguardo di uno dei matti di quartiere è venuto di chiedere “a cosa sta pensando”?.
   Era a sedere in una delle brutte sedie in metallo davanti ad un bar che fa angolo Piazza XXIV maggio (poco piazza e molto data).

   Aveva i piedi giunti e le mani conserte mentre fumava una sigaretta alle labbra come fosse una cannuccia...

Please reload

EG

 

È:

Mariposa, Calibro 35, The Winstons, Orchestrina di Molto Agevole, Der Maurer, Esecutori di Metallo su Carta, 19'40'' (www.19m40s.com), Upm - Unità di Produzione Musicale, Uds - Unità di Sonorizzazione, PJ Harvey's The Hope Six Demolition Project, Mike Patton's Mondo Cane, Contemporarities, Fuck Bloom? Alban Berg!


È stato:

ensemble Risognanze, Timet, Sottosuono, LabF.S, LaRis, Sonata Island, Craxi, Afterhours, Marco Parente, Vinicio Capossela, Baustelle, Dente, Morgan, Nada, Muse, Trovarobato, GoDai e circa 200 dischi in 14 anni di attività.

E' sempre stato:

scrittore e disegnatore per lauto autodiletto.

recenti

Periscritto

blog di Enrico Gabrielli dove la musica NON è al centro
  • Grey Facebook Icon

December 19, 2019

March 22, 2019

January 7, 2018

November 21, 2017

November 19, 2017

November 17, 2017

November 15, 2017

November 15, 2017

August 16, 2017

July 21, 2017

April 29, 2017

April 20, 2017

Please reload